Arte e cultura all’Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia

 invito ambasciata slovacca m1

Ricevere gli inviti dall’Ambasciata della Repubblica Slovacca in Italia ed essere considerta tra gli “Amici” della stessa è sicuramente un grande onore e contemporaneamente un gran piacere. Partecipare agli eventi organizzati dal Direttore dell’Istituto Slovacco a Roma Peter Dvorsky è garanzia di qualità e cultura. Che si tratti di una sfilata, di una conferenza o come in questo caso di una mostra la mia certezza è che mi recherò in un luogo forse dall’aria un po’ retrò, poiché pacata e cortese, merce rara al mondo d’oggi e nel particolare agli eventi romani caratterizzati da molto “fragore”, ma in cui mi sento sempre ben accolta ed a mio agio (sarà che mio padre era nel corpo diplomatico e quindi è un po’ come stare a casa!).

m8 m7

L’evento del 25 settembre scorso proponeva l’inaugurazione della mostra: ”Jan Mudroch & Marian Mudroch: Un dialogo mai avvenuto”  con il contributo della Galleria Nazionale Slovacca e l’Istituto Slovacco in occasione della Festa Nazionale Slovacca.

m4 m3

Alla presenza di illustri ospiti provenienti in particolare dal mondo diplomatico, ecclesiastico, editoriale  siamo stati accolti dall’ Ambasciatore Slovacco in Italia Maria Krasnohorska e dal Direttore dell’Istituto Slovacco a Roma Peter Dvorsky e abbiamo assistito all’inaugurazione della mostra con le spiegazioni della Dott.ssa Katarina Bajcurova con traduzione della Dott.ssa Monika Cechovicova Carta degli affari culturali presso l’ambasciata Slovacca. Presente anche uno degli artisti Marian Mudroch.

m16 m15

Sono esposte  le opere di due importanti personalità dell’arte slovacca moderna e contemporanea : Jean Mudroch e Marian Mudroch, padre e figlio,  che nella vita non ebbero la possibilità d’incontrarsi come artisti.

m14 m13

Il progetto permette un dialogo virtuale, mettendo in luce la specificità del loro pensiero e del loro talento e individuando interrogativi condivisi, anche se a distanza di tempo, sul senso della creatività e dell’arte.

m11 m10

Jean Mudroch fu un punto di riferimento per gli artisti che esordivano sulla scena artistica durante la seconda guerra mondiale ed è considerato ancora uno dei maggiori coloristi del modernismo slovacco. Eccellente disegnatore si afferma nella prima metà degli anni 30 come talento esplosivo e spontaneo.E’ stato uno dei co-fonfdatori della Galleria Nazionale Slovacca.

Marian Mudroch nasce invece come scultore frequentando l’Accademia di Belle Arti di Bratislava ben presto si evidenzia in lui una fuga dalle espressioni tradizionali dimostrando una forte inclinazione per l’arte azione  ed abbracciando in seguito, le tendenze analitiche e concettuali  e negli anni 70 fece parte del gruppo di Avant-Retard  (A-R).La sua tecnica è caratterizzata da un avvicinamento a codici visuali differenti, di strati, di citazioni di altri modelli artistici e tecnologie ed approfondisce nelle proprie opere il distacco ascetico ed il silenzio della meditazione.

m9 m2 m12

Tantissime le opere esposte nei due saloni al piano superiore ed in due sale più piccole al piano inferiore. La serata è terminata con  una cena con specialità Slovacche proposte dal notevole catering interno a cui non era possibile resistere! Un gulash favoloso e un tavolo di dolci mi hanno tentato e… lo ammetto ho ceduto!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...