“GLI ANNI OTTANTA: VERSO IL MADE IN ITALY” al MAXXI …il sogno di cui hanno bisogno i giovani oggi!

Per una volta vorrei cominciare dalla fine  raccontandovi cosa è accaduto al termine della conferenza sugli anni 80 al Maxxi qualche giorno fa quando la relatrice ha dato spazio alle domande. Dopo alcuni interventi mi sono resa conto che l’80 per cento dei presenti  aveva vent’anni o giù di lì e ho chiesto il permesso alla professoressa di rivolgere loro  una domanda che ha creato un certo subbuglio (positivo) tra i partecipanti.

ma2 ma3

Sarà che gli anni 80 li ho vissuti intensamente nella mia gioventù, sarà che in  quel periodo sono avvenuti  cambiamenti importanti che hanno modificato il nostro modo di vivere, ed è stato per me naturale dare la parola ai giovani per capire cosa di quegli anni li incuriosisse o affascinasse di più.

ma01

Non sto a tediarvi su tutte le disquisizioni, ma riassumendo è risultato che il fascino di quegli anni è dovuto alla positività, alla speranza, all’idea di un successo possibile e al rilancio della creatività con la nascita di modelli positivi cose che senza volerlo abbiamo trasmesso ai giovani e di cui oggi c’è tanta necessità.

Anche nel finale quindi è stato davvero interessante assistere alla conferenza “GLI ANNI OTTANTA: VERSO IL MADE IN ITALY” che si è tenuta sabato  11 Aprile 2015 : penultimo appuntamento con la grande storia della moda italiana del XX e XXI secolo.

Presso il Museo  MAXXI Simona Segre Reinach, antropologa culturale e fashion theorist e docente all’Università di Bologna è stata veramente esaustiva nel ripercorrere alcuni momenti salienti di quel periodo storico.

ma1   

(Con la mia amica Luisa e la Prof.ssa Segre Reinach)

Gli anni dell’usa e getta, della Milano da bere, delle spalline imbottite e della vita alta, ma anche il periodo in cui un grande numero di italiani si lascia definitivamente alle spalle valori di tipo arcaico e anti-consumo per abbracciare i codici della modernità. Una propensione al consumo che da sociale (anni 60) diventa individuale in cui la Moda sarà la forza trainante di un nuovo stile di vita.

ma4ma6

Per la prima volta dall’invenzione della moda pronta nel 1949 (il ready to wear americano, poi francesizzato in prêt à porter), vestiti e accessori non riguardano solo un pubblico già interessato all’abbigliamento o un’élite economico-sociale, bensì ampie fasce di ceto medio vengono coinvolte. L’Italia degli stilisti è al centro di questo processo.

ma7 ma8 ma9 ma10

Con lo stilista-imprenditore, espressione coerente con la tradizione italiana dell’impresa familiare, entriamo dunque nell’era del made in Italy, un sistema moda destinato a un trionfo commerciale e mediatico. Gli anni Ottanta nascono ufficialmente nel 1978 con la sigla del contratto tra Giorgio Armani e il GFT e con la creazione del Modit in cui viene regolamentato il meccanismo delle sfilate milanesi. Nel 1980 Armani dice “Ormai siamo imprenditori. Il mio è lavoro come può esserlo quello di un direttore di banca o un dirigente d’azienda” . Sono gli anni in cui iniziano i connubi stilista-fotografo e stilista-modellla e gli anni in cui nasce il fenomeno delle Top Model.

ma11 ma12 ma13 ma14

L’Italia tutta contribuisce al consolidamento di questo sistema di produzione e consumo destinato a imporsi a livello internazionale come modello di moda moderna. Un solo luogo tuttavia lo rende possibile: la città di Milano. Il nuovo decennio fa di Milano la nuova capitale internazionale della moda del prêt à porter la forza propulsiva di un’attività di immaginazione sociale. Prendendo ancora in presito le parole di Armani del 1982 “Ma dove la trovano una città organizzata come questa? C’è tutto. Fabbriche in periferia,vetrine al centro. Milanesi date retta a me : New York non può insegnare nulla”

Italiani, europei e americani trovano nel catalogo del gusto che il made in Italy fornisce attraverso le diverse estetiche degli stilisti, indicazioni di comportamento e modelli a cui aspirare. l successo del made in Italy, tanto imitato quanto studiato, è dunque anche e prima di tutto un nuovo modello socio-culturale da cui traggono ispirazioni anche le nuove generazioni!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...