La storia di Anita e Defence Ks di BioNike

Oggi vi racconto “l’avventura” di Anita  una paziente che seguo da qualche tempo che soffre di depressione. Alla fine dell’estate venne da me più infelice del solito  lamentando una caduta di capelli massiccia. La cosa la preoccupava molto  ed era concentrata sul fatto che in casa per terra era sempre pieno di capelli e che mentre si pettinava le rimanevano in mano ciocche di capelli.  Effettivamente  la cute  era visibile in molti punti della testa ed i capelli erano sfribrati e radi. Poiché la paziente è anche diabetica ed in sovrappeso cercai di verificare se ci fossero stati cambiamenti dal punto di vista clinico: alimentazione, terapie, valori della glicemia ed altro. Alla fine riuscii a scoprire che non era rimasta soddisfatta da un trattamento eseguito dal suo parrucchiere con il quale, in seguito,  aveva anche litigato.

Le spiegai che le persone che soffrono di diabete hanno la cute particolarmente sensibile e che magari anche un trattamento inoffensivo per una cute normale può provocare danni su una pelle delicata a maggior ragione se il trattamento è decisamente aggressivo.

bionike_defence_ks-420x199

Qualche giorno prima avevo ricevuto la visita del mio rappresentante di fiducia BioNike che mi aveva proposto il kit per caduta anomala dei capelli Defence KS. Mi è sembrato il momento opportuno per provarlo.

Ho consigliato immediatamente l’assunzione di una compressa al giorno dopo il pranzo dell’integratore alimentare a base di Glutatione un potente antiossidante e detossificante dell’organismo. Ho associato poi lo shampoo come complemento specifico per una detersione equilibrata poiché arricchito con Adansonia digitata, Niacina , Biotina e pro-Vitamina B5. Ho chiesto alla signora anche di essere regolare nell’utilizzo della lozione anticaduta che è disponibile in versioni diversificate per  donna con Genisteina e per uomo con Serenoa repens.

Tanta è stata la paura di diventare calva che la signora, che notoriamente per la sua patologia, non è in grado di mantenere una costanza negli impegni poiché molte azioni dipendono dal suo umore, è riuscita a portare a termine il trattamento. Dopo circa 40 giorni abbiamo constatato un maggior volume e robustezza dei capelli prima radi e rovinati e dopo due mesi la crescita di nuovi capelli confermando i dati dello Studio condotto presso il laboratorio di Biochimica Clinica –Istituto di Fisiologia Clinica CNR di Milano.

La terapia integrata ha avuto anche ripercussioni positive sull’autostima della paziente che ha potuto così dimostrare a se stessa di essere in grado di portare a termine un impegno quando ritenuto importante.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...