A.I. Artisanal Intelligence : “Body for the Dress” per AltaRoma Atelier

Da oltre 5 anni A.I. Artisanal Intelligence, progetto nato in seno ad Altaroma, promuove le migliori realtà artigianali italiane e internazionali creando per questa edizione di AltaRoma sez. Atelier “Body for the Dress”.

A Roma non esiste realtà più adatta di quella degli spazi dell’Ex Dogana per ospitare questo particolare evento in cui viene rappresentato Il rapporto fra il corpo e l’abito con il tentativo di individuare il punto di contatto fra l’essere umano e il suo vestito: deformazioni, trasparenze, silhouette come documenti di una relazione appassionata.

Tre giovani artisti interpretano queste corrispondenze tra corpo e abito: Thomas De Falco lavora sull’idea archetipica di vestito, di cui possiamo ammirare l’installazione del grande abito che è stata già presentata alla Triennale di Milano e indossato da Benedetta Barzini per una performance , Sacha Turchi sulla struttura e Paolo Roberto D’Alia sul significato stesso che la Moda ha nel sistema industriale, ma anche nel nostro quotidiano.

Nei grandi ambienti dialogano così, come merci e come documenti, i lavori di fashion designer, artigiani e artisti: oggetti e opere come i manichini nel video dell’Istituto Luce del 1941. Ogni interprete esprime il suo rapporto creativo con il corpo dai bustini di Brighenti, nome storico della lingerie romana, alle giacche usate come segni da Roberto D’Alia.

Passando in rassegna le varie sale incontriamo Admater di Lavinia Fuksas e Alessandro Grimoldieu che presentano una collezione di gioielli nelle tre declinazioni dell’oro rosa, argento e bronzo.

Gall Abbigliamento per uomini e donne che non si limita a schemi precostituiti. Kofta Borse scultura, la pelle piegata sulla forma come un involucro perfetto per contenere un concetto. Melampo Camicie bianche come origami e fogli di progetto.  Ladina Steinegger Fashion textile designer svizzera, con base operativa in Italia, ha lavorato da Ratti sviluppando progetti di stampa tradizionale e digitale per brand come Givenchy, Lanvin e Balenciaga.

Pugnetti Parma Designer artigiano è l’inventore di una forma nuova, ma con radici tradizionali, per borse che realizza con l’esperienza della modellistica dei maestri. Gli abiti e le sculture della designer inglese Sadie Clayton trovano ispirazione in una personale spiritualità che la porta a indagare sulle forme di pietre o cristalli, nel concetto di tempo e spazio.

Úna Burke realizza accessori/abito che si presentano come corazze di pelle tinta con colori vegetali, costruite con sapienza geometrica. Borse, cinture e corpetti scultorei che trovano spazio nel mondo dell’arte e in quello del fashion. Ha collaborato con Madonna e Lady Gaga e lavorato nel cinema per i costumi di Hunger Games.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...