Le rughe: non solo colpa dell’età

Recentemente ho letto in un articolo che le rughe possono essere spia, non solo dell’età che passa, ma anche del nostro stato di salute psicofisico. Quello che per me risulta essere una scoperta è cosa certa per la medicina cinese che evidenzia nella localizzazione della ruga eventuali disfunzioni dell’organismo.

Secondo un antico testo di medicina cinese, lo Huanngdi Neijing,

“le rughe verticali sono espressioni Yin mentre quelle orizzontali sono espressioni Yang. Le rughe si sviluppano lungo le linee dei meridiani dove circola l’energia vitale, il Qi….le rughe e le irregolarità della superficie del viso sono il risultato di uno squilibrio, principalmente dei meridiani Yang (visceri), di un deficit di sangue o di una presenza di calore che porta secchezza. Di conseguenza, si crea un problema legato al trasporto dei liquidi, il tutto riconducibile a stress fisico ed emotivo che affiora in superficie offuscando la bellezza della pelle. Ogni parte del viso è in relazione ad un organo, pertanto le rughe sono il risultato di uno squilibrio dell’organo corrispondente. Ecco perché uno stress emotivo o fisico, che in medicina tradizionale cinese è una disarmonia energetica di un organo, può provocare l’inestetismo. Per riparare i danni bisogna riattivare il flusso energetico Qi con l’aiuto di una mirata digitopressione e un accurato massaggio, che stimolano l’organismo a reagire e a trovare dentro di sé le risorse per contrastare le irregolarità del viso. I problemi si manifestano quando non c’è un giusto fluire dell’energia Qi e le cure sono atte al ripristino e allo sblocco dei punti d’interruzione…”

 esercizi-facciali

Personalmente ho sempre considerato le rughe come segno dell’età che incalza, e sicuramente imputabili alla disidratazione della pelle perché si beve poco o la si cura ancor meno, ma non mi ero mai soffermata sulle interferenze delle emozioni o delle malattie anche se a pensarci bene sono più che logiche!

In sintesi possiamo distinguere le rughe d’espressione dinamiche che compaiono quando cambiamo espressione, sorridiamo o ridiamo ad esempio e rughe d’espressione statiche o profonde che rimangono tali anche se il viso è rilassato.

Le rughe accanto agli occhi sono orizzontali e si formano semplicemente con la normale attività dell’occhio, oppure strizzandolo quando vogliamo vederci meglio (quelle che si chiamano zampe di gallina per intenderci!). Per la medicina cinese queste rughe indicano disfunzioni del fegato e della cistifellea.

Le rughe verticali del centro della fronte (nel terzo occhio) sono tipiche delle persone colleriche e che rimuginano in continuazione sul passato e sui problemi. Quelle orizzontali indicano inquietudine e scarsa fiducia in se stessi.

 

Le rughe sul naso sono legate a stati di tensione e rabbia e sono strettamente collegate ad una tensione cardiaca. Quelle in corrispondenza delle guance vengono da contrazioni dei muscoli della bocca, ma anche del collo e degli occhi e indicano preoccupazioni e frustrazioni, mentre quelle intorno alle labbra la tensione del non potersi esprimere.

 

Poiché adesso ho queste ulteriori informazioni oltre ad un’anamnesi dettagliata dei miei pazienti eseguirò un’accurata osservazione delle rughe d’espressione poiché importanti indicatori della vita emozionale e relazionale della persona.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...