“Creative District” l’Alta Moda trionfa ad Altaroma

Una cornice incantevole fa da sfondo a questo viaggio tra tradizione, innovazione, cultura e creatività : Antonio Falanga e Grazia Marino, gli organizzatori di questo magnifico evento, ci accolgono in luoghi storici raramente aperti al pubblico. Arte nell’arte con la moda che attraversa scalinate e corridoi tra fontane e muri magici che hanno visto lo scorrere della storia del nostro paese.

Un successo annunciato quello della quarta edizione di Creative District che da via Margutta giunge al Largo Angelicum un luogo di pace e d’incanto. Cinzia Malvini è scelta nuovamente ad introdurre i sei quadri moda , giornalista amata dal fashion system è attenta ed arguta nel presentare i giovani talenti, ironica e preparatissima la sfilata con lei non perde mai colpi. Il make up artist Raffaele Squillace ha reso queste eteree ragazze “copertine di Vogue” incontrato a fine sfilata si è definito soddisfatto del risultato e grato dei commenti positivi del pubblico. Gli stilisti ci hanno fatto viaggiare nel tempo e nello spazio portandoci dalla Francia di Gian Paolo Zuccarello , alla Spagna di Irene Mattei fino al Sud America per Aline Oliveira, mentre Andy Leone e Dàvorin Cordone  ci riportano in Sicilia e Mario Costantino Triolo ci fa conoscere le tradizioni del Salento in chiave moderna. Andiamo quindi a conoscerli nel dettaglio:

Gian Paolo Zuccarello ci ha abituati alle sue stupende creazioni ed in questa occasione ci ha raccontato la storia di Madeleine e della Parigi degli anni “50. Bellezza e femminilità sono esaltate dal punto vita e dall’eleganza degli scolli. L’affascinante donna concepita da Zuccarello ama essere protagonista ama essere protagonista con piume e cappelli, osa nei contrasti con colori forti e decisi (fondamentale l’accostamento cromatico concepito dal designer viola-verde, giallo- bero, rosso-rosa, blu-ceruleo che porta dentro la metafora del giorno e la notte nella vita di Madeline), veste solo tessuti pregiati, in fibre naturali, come il cachemire puro, velluti di seta, mikado di seta, chiffon, pizzi, cristalli e paillette.

Con Asia Neri by Irene Mattei entriamo nella moda del XVII secolo spagnolo. Gli accessori diventano parte integrante degli abiti donando regalità. Corsetti, cappe e cappotti, in velluto, broccati e damascati arricchiti da frange. La seta è il tessuto principe nelle nuance del rosso (omaggio alla Spagna), del blu intenso, dell’oro, del bianco e dell’argento. Il ricamo d’oro è il file rouge della collezione.

La donna di Aline Oliveira è briosa, coraggiosa e colorata: lo specchio degli anni ’80. Torna il trend, grazie alla Collezione di Alta Moda F/W 2018-19, della vita alta, delle spalle esagerate, delle pieghe, dei drappeggi e delle maniche bombate. Un inno alla gioia sia nella versione da giorno che in quella da sera anche attraverso i colori sgargianti e decisi come il viola, il lilla, il rosso, il bordeaux declinati nel cashmere, nel velluto e nella lana rasata. Gran finale con i voluminosi abiti da sera realizzati con tripla e cangiante organza, il cady di seta e preziosi ricami Swarovski.

Antudo by Andy Leone è un giovanissimo designer alla sua prima AltaRoma. Dalla Sicilia all’Oriente gioca con i cromatismi delle bandiera Giapponese e con i simboli della tradizione siciliana.. Applicati in giallo sugli abiti i “denari”, il più prezioso dei quattro semi delle carte siciliane, simboleggiano la ricchezza e la prosperità, La donna di Antudo è orgogliosa e piena di grinta; indossa abiti in seta, organza, cotone e viscosa, è impreziosita dai gioielli Antudo by GC Gaia Italian Handmade Jewellery.

Dàvorin Cordone  presenta “Empowering Beauty”:  è la sua prima capsule collection. Dieci creazioni sartoriali si tramutano nell’emblema della potenza della donna. Il nero regala la volontà della rivalsa per la donna incatenata ai pregiudizi nel corso dei secoli. Le piume e i ricami in Swarovski sottolineano la magnificenza della donna in quanto tale. È un’ode al “dark side” muliebre fatto di velluti, organze, pizzi, ricami, plissé e cristalli.

Sosud Ouverture è un progetto concepito dalle sorelle Alessandra e Roberta Carrozzo, acquisito in licenza dalla All In One Fashion Ltd e portato ad AltaRoma dal talentuoso Mario Costantino Triolo. Il Sud è il cuore pulsante di questa collezione: fonte di eterna ispirazione in sospeso tra le bellezze naturali del Salento e le sue città barocche. Gli abiti con effetti stampati tie-dye in fucsia richiamano la buganvillee e, nelle tonalità del blu, i colori del mare. Le decorazioni, interamente ricamate a mano, sono un omaggio al barocco salentino, trasposizione delle linee architettoniche curve di chiese e palazzi nobili.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...