Concorso  #StorieInaspettate  :  la storia potrebbe essere la tua!

Hai un racconto nel cassetto, un libro segreto che probabilmente rimarrà tale? Non deve essere per forza così. Fino al 31 gennaio prossimo avrai la possibilità di inviare il tuo racconto (non più di 30 cartelle mi raccomando!)  alla FITel per essere valutato e magari premiato! Hai superato gli anta? Non importa, perché ci sono due categorie junior e senior per cui non hai  proprio nessuna scusa : unico vincolo è essere maggiorenne.

Forse ho svelato troppo per cui torno alla casella del via e comincio da capo! Mercoledì 7 novembre 2018 a Roma si è svolta la conferenza stampa per la IV edizione del premio di narrativa Storie Inaspettate FITeL .

La padrona di casa, la giornalista Antonietta Di Vizia, nella sede di RomaOggi.eu  in zona Ponte Milvio a Roma, ha ospitato  il carissimo Pino Nazio,  gli scrittori  Cecilia Brighi  e Ernesto D’Ambrosio, membri della giuria e  vari esponenti nazionali della FITeL come Rossella Ronconi, Teresa Blandamura, Giovanni Ciarlone, Stefano Daneri: tutti presenti per  rispondere alle domande dei giornalisti e blogger. Ci hanno incuriosito anche con i racconti dei curiosi aneddoti sulle passate edizioni e degli incontri casuali  tra i vari componenti della giuria, senza i quali forse il progetto non avrebbe mai visto la luce!

Se è vero che in Italia tutti amano scrivere e meno  leggere (comunicano con tristezza fonti autorevoli)  è bello sapere che per chi ha voglia di raccontare o raccontarsi possa esserci la possibilità di essere letto, valutato e magari premiato. Essere letti è la cosa più importante. E’ quello che spinge noi  fortunati titolari di un blog o giornalisti più o meno affermati. Essere letti è il primo passo per tutto: diffondere le nostre idee, le nostre convinzioni e magari la nostra visione del mondo o di un singolo fatto. Il secondo? In quest’epoca digitale sicuramente è condividerlo.

 

 

Ma non con la “massa analfabeta” * che popola  in gran parte la rete (salviamo qualcuno… pochi a dire il vero!)  a suon di parolacce, sfondi sessuali e sessisti con un uso a dir poco vergognoso della lingua italiana (povero Dante sarebbe giusto nell’Inferno in quest’epoca!), ma con le fonti autorevoli quelli che l’uso della lingua italiana lo conoscono davvero : lingua italiana che proteggono e che diffondono come i membri della giuria che saranno invitati alla valutazione delle opere pervenute.

Personalmente sarebbe un grande onore una valutazione del mio operato da parte di Pino Nazio o Ernesto D’Ambrosio (che durante la conferenza stampa mi ha rivelato le modalità tecniche per arrivare alla premiazione delle opere che ignoravo e mi incuriosivano!) sarebbe un’occasione per imparare sicuramente qualcosa. Per cui se amate scrivere e pensate di saperlo fare (in Italiano intendo!) provate l’ebbrezza di poter dire : “Ho partecipato alla IV edizione del premio di narrativa Storie Inaspettate FITeL” !

Vi lascio qualche indicazione sulla Fitel e a seguire le regole per partecipare …e naturalmente  largo ai sogni ed in bocca al lupo!!

p.s. A proposito degli scrittori/ analfabeti  del Web mia figlia mi comunica che sono definiti “analfabeti funzionali” (non veri e propri analfabeti visto che la legge italiana obbliga alla scolarità fino ai 16 anni e quindi si presume qualcosa abbiano imparato), ma quelli che utilizzano in modo non corretto la lingua presi dai like e che finiscono per parlare di tutto e di tutti senza avere né competenze né conoscenze…mia nonna avrebbe detto : “quelli che aprono bocca e danno fiato…” a buon inteditor…

La Fitel (Federazione Italiana Tempo Libero) le cui  finalità  sono quelle di favorire le attività del tempo libero (attività artistiche, culturali, sportive e del Turismo sociale, sostenibile e responsabile), sempre molto attiva sul territorio nazionale ha puntato fin dalla sua prima edizione su questo premio che sta crescendo di anno in anno e per numero di partecipanti e per fama, soprattutto per la capacità di riconoscere e valorizzare autori meritevoli  di qualsiasi età  e senza distinzione di cittadinanza.

Bando aperto con scadenza il 31 gennaio 2019, per partecipare ed inviare manoscritti a #StorieInaspettate. Possono partecipare tutti coloro – dai diciotto anni in su –inviando un racconto con le caratteristiche e alle condizioni dal regolamento  sul sito della FITeL Nazionale.tutte l

Il premio “Storie Inaspettate”- FITeL vuole raccogliere e premiare la passione letteraria degli appassionati della prosa e del racconto breve, per dare spazio e visibilità a potenziali scrittori presenti sul territorio nazionale. Per partecipare al concorso non é richiesto alcun contributo.

Il presidente nazionale della FITeL  Aldo Albanoafferma: “Le  strutture regionali Fitel, i Cral (Circoli ricreativi aziendali), Crt (Circoli ricreativi territoriali) e Associazioni affiliate Fitel  di tutt’Italia, sono impegnate infatti a pieno titolo a  promuovere il premio con incontri e riunioni nei luoghi di lavoro e del Tempo Libero”.

Per partecipare al Premio, il modello narrativo è  quello del racconto (lunghezza massima 30 pagine) di ogni genere di prosa (amore, avventura, Fantasy, noir ecc…) da inviare all’indirizzo e-mail : premiodinarrativastorieinaspettate@fitel.it.

Saranno premiate due categorie: i giovani talenti (da diciotto a trentacinque anni) e i senior con tre premi assoluti per ciascuna categoria e una targa di partecipazione per il quarto e il quinto classificato delle categorie. Un premio speciale di CGIL,CISL,UIL verrà assegnato ad un racconto sul tema specifico del “lavoro”. Un ulteriore premio verrà attribuito ad un racconto inviato da un autore iscritto a un CRAL (Circolo ricreativo aziendale lavoratori) / Associazione affiliati alla FITeL.

I vincitori del Premio riceveranno, dalla Fitel Nazionale, premi in denaro e il rimborso delle spese di trasporto per partecipare alla premiazione che avverrà entro la fine di marzo 2019.

 

Scheda sintetica

“STORIE INASPETTATE” – IV Edizione

Invio del racconto: dal 1 giugno 2018 al 31 gennaio 2019

Organizzato da: FITeL Nazionale (Federazione Italiana del Tempo Libero)

Indirizzo: Via Salaria,80 – 00198 Roma

E-mail: premiodinarrativastorieinaspettate@fitel.it

Telefono: 06 85353869 – 06 8411063 da lunedì a venerdì in orario 9,00-13,00 e dalle 14,30 – 17,00

Internet: www.fitel.it

Copie: 1 copia a mezzo email in unico file, in word (no PDF) anonima e titolata, inserire in allegato anche la scheda di partecipazione, completa in ogni sua parte

Lunghezza: massima di 30 cartelle

Opere ammesse: racconti brevi inediti in lingua italiana. Non sono ammessi testi che siano già stati pubblicati o premiati in altri concorsi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...