Le buone maniere del vino

Ecco alcune perle di saggezza apprese durante il Corso da sommelier, che sto seguendo con la FISAR di Manziana da qualche mese, che vorrei condividere con voi che siate appassionati di vino o solo bevitori occasionali!

L’importanza dei bicchieri: non è una sciocchezza o roba di poca importanza la scelta del bicchiere.! Ogni vino, per poterne apprezzare le caratteristiche, deve essere versato in un bicchiere particolare. Senza scendere nel dettaglio le basi indispensabili: calice piccolo per vini bianchi, calice ampio per vini rossi, per le bollicine indispensabile il flute!

Se avete amici a cena è il padrone di casa che apre le bottiglie e che serve agli ospiti. Naturalmente dovrebbe essere fatto sempre da destra ed iniziando dalla persona più importante o più anziana. Non si poggia mai la bottiglia al bicchiere che deve rimanere sul tavolo. Un’eccezione si può fare  con il flute che può essere tenuto in mano dall’ospite.

Al ristorante chi sceglie il vino è anche quello che lo deve degustare.

Il vino non va mai servito a temperatura ambiente e precisamente: per risaltare le note fresche i vini bianchi hanno bisogno di una temperatura di 6-8 gradi. Quelli rossi tra i 12-14 gradi e se un rosso importante a 18 gradi. Se il vino è molto invecchiato va lasciato decantare.

Il bicchiere va sempre tenuto dallo stelo per non scaldare il vino!

Ps. è volgare far “saltare” il tappo che non dovrebbe fare il minimo rumore all’apertura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...