17 febbraio : tanti auguri a tutti i gatti!

17 febbraio una data importante per i nostri amici pelosi grazie ad una cara amica che ogni anno ringrazio per averci donato questa bella giornata per ricordarci quanto sono importanti i nostri silenziosi compagni di vita!

Vi racconto come sono andate le cose…. la giornalista (gattofila) ed amica Claudia Angeletti propose un referendum tra i lettori della rivista “Tuttogatto” per stabilire il giorno da dedicare a questi animali. Si stabilì che La Festa Nazionale del Gatto ricorresse il 17 febbraio su proposta  della signora Oriella Del Col che motivò la sua idea nel proporre questa data poichè racchiude molteplici significati legati a magia, streghe e numeri sfortunati : era il 1990.

Da allora i nostri amici a quattro zampe che ci dimostrano il loro affetto e ci donano tranquillità attraverso le fusa hanno un giorno speciale tutto per loro.Sebbene non esista una vera e propria anagrafe felina, e quindi le cifre potrebbero essere più elevate, sappiamo che in Italia nelle nostre case vivono circa 8 milioni di gatti casalinghi: un vero esercito!

la mia gatta Cindy

Un esercito morbido e di coccole (mi viene da dire), ma al gatto vengono attribuite spesso caratteristiche che chi vive con un gatto (o più di uno… sono come le ciliege uno tira l’altro!) vengono puntualmente smentite!

  • Il gatto ama la casa e non il padrone: sbagliato! Provate a stare qualche giorno fuori casa e non riuscirete a staccarvelo di dosso!!
  • Non ubbidisce: di certo è molto libero e non si può fargli fare qualcosa che non vuole e certo sa quello che non deve fare…
  • È solitario : ama starsene in tranquillità e nei posti più comodi della casa, ma amano la compagnia spesso anche di altri animali se non li ritengono pericolosi o…disturbanti! Anche loro hanno le loro simpatie o antipatie
  • Cade sempre in piedi : purtroppo non sempre! Sebbene il gatto sia munito di una coda che fa da timone e ha la tendenza innata a riequilibrarsi sulle quattro zampe, ha comunque dei limiti : se fa la caduta è improvvisa può subire gravi traumi alle zampe ed al bacino.

PSICOLOGIA FELINA

Il gatto fa le fusa quando sta bene  per  comunicare uno stato di benessere e/o di soddisfazione Già da piccoli presentano questo comportamento. I modi ed i suoni subiscono varie sfaccettature a seconda delle condizioni e dell’età e chi se ne prende cura comprende questo silenzioso modo di comunicare il loro benessere!I n alcuni casi fanno le fusa anche nella sofferenza o quando stanno per morire, quasi una ninna nanna, delle auto-coccole per stare meglio! E’ collegato infatti ad un rilascio di endorfine che fa quasi da antidolorifico naturale.

Il loro “impastare” un’azione che fanno sin da piccoli per far uscire il latte dalle mammelle delle mamme gatte sarà un’azione che ripeteranno spesso nella vita e scelgono in genere qualcosa di morbido su cui infilzare le loro unghiette spesso è un cuscino o una coperta (specie se ha il nostro odore!), ma spesso lo fanno proprio addosso a noi dandoci una sensazione di tranquillità !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...