Un ricordo di Sepulveda …

E’ morto ieri in Spagna Luis Sepulveda a causa del Coronavirus. Lo ricordiamo tutti per il libro divenuto film di animazione “La gabbianella ed il gatto”, ma oltre a scrittore è stato attivista politico, ecologista e tanto altro. Da ieri ho letto biografie, ricordi di amici ed ammiratori, ma quello che più mi ha colpito è di sua moglie Carmen Yanez ed ho scoperto una meravigliosa storia d’amore che condivido con voi .

La poetessa e attivista moglie del grande scrittore è stata con lui fino alla fine. Nata a Santiago del Cile durante il colpo di Stato di Pinochet in Cile era già sposata con Luis, divenuto suo marito a soli diciannove anni durante una fuga d’amore. Negli anni bui che seguirono andarono incontro ad incarcerazione ed esilio e questo separò le loro strade.

Si incontrarono nel 1989 in modo inaspettato a Goteborg in Svezia e lui si era risposato in Germania.

“Fu un incontro molto triste, parlammo pochissimo, c’era come un grande vuoto attorno a noi”

racconta la Yanez in un’intervista

Pur continuando la separazione iniziarono ad inviarsi lunghe lettere che la signora ancora conserva con amore. Una mattina la moglie tedesca di Luis la chiama e le confida che è consapevole che lui ami solo lei: Carmen. Così due giorni dopo lui era lì e da quel momento non si sono mai più separati. Dopo un  viaggio romantico  a Parigi, a cui sono seguiti tanti altri viaggi, si sono trasferiti a Gijon, nelle Asturie, in Spagna. Sono divenuti marito e moglie per la seconda volta il 21 agosto del 2004 fino a quando il coronavirus ha diviso nuovamente le strade di questo uomo e questa donna. (fonte Web)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...