Riciclo, riuso e consapevolezza di ciò che mangiamo

Molti di noi vorrebbero un mondo più vivibile dove il clima non fosse impazzito, l’aria più respirabile e tutto più verde ma pochi sanno, o non sono disposti a cambiare le proprie abitudini, che si può fare la differenza anche facendo la spesa.

In Nord Europa si sta fissando il prezzo del cibo in base al suo impatto ambientale. Più impatto, più caro. Una catena di supermercati, ha indicato nel cartellino del prezzo anche quello della quantità di CO2 necessaria a produrre quell’alimento. Piccole azioni per sensibilizzare anche i non addetti ai lavori.

Sono consapevole che le azioni di ognuno di noi possono sembrare gocce in un mare e che le grandi decisioni ed i grandi cambiamenti devono avvenire ai piani alti di tutte le nazioni per poter assistere ad un significativo cambio di rotta, ma questo non deve fermarci.

L’interesse di tanti giovani e movimenti per l’ambiente mi fa ben sperare e se ognuno fa un pezzetto sicuramente potremo dire ai nostri figli (coinvolgendoli) di averci almeno provato.

Ecco quindi qualche piccolo importate gesto che coinvolge il nostro carrello della spesa:

  • Calcoliamo i pasti che faremo a casa durante la settimana
  • Facciamo una lista ragionata prima di uscire di casa
  • Non andiamo a fare la spesa affamati (si comprano cibi spazzatura, inutili per il corpo e risparmieremo!)
  • Prediligiamo i prodotti di stagione e a Km 0 (ne hanno anche i supermercati che si riforniscono da produttori locali)
  • Tenete conto del packaging. Scegliete imballi ridotti e compostabili o creati con materiali riciclati
  • Acquistate attraverso i GAS (gruppi di acquisto solidale in tutta Italia anche on line)

Con questi gruppi si acquista all’ingrosso e poi si spartisce la spesa con i seguenti vantaggi: risparmio economico, si sostiene l’economia locale, si evita il trasporto con minore impatto sull’ambiente e si evita il deperimento dei prodotti.

  • Imparate ad utilizzare gli avanzi. Siate creativi in cucina. In vostro aiuto siti web ed App apposite.
  • Infine scegliete prodotti di qualità: meglio pochi, ma buoni vale per tutto anche per la linea!

PUOI LEGGERE QUESTO ARTICOLO ANCHE SULLA MIA RUBRICA MIND&FOOD SU ROMAOGGI.EU

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: